Scritte ingiuriose a Conselice, “ANPI collaborazionista dei nazisti”

Oggetto: scritte ingiuriose a Conselice, “ANPI collaborazionista dei nazisti”

a Paola Pula
sindaco di Conselice

a Paola Roccati
presidente ANPI Conselice

alla Comunità di Conselice
democratica e antifascista

Carissimi,

oramai non ci stupiamo più di alcunché, dopo l’attacco a Roma alla CGIL, alla casa dei lavoratori, che riporta la storia a 100 anni all’indietro, quando venne attaccata la sede della CGIL di Ravenna, come prova generale per la Marcia su Roma, non ci stupiamo di alcunché però ci preoccupano molto le reiterate frasi che intendono trasformare la realtà e aizzano al disprezzo verso cultura, istituzioni, storia.

Così è capitato questa notte lì a Conselice dove sui muri di un grande edificio e sul tema anti-covid si accusa il Governo di criminalità e si eguaglia (proprio eguaglia) l’ANPI al nazismo.

Ricordiamo a tutti che Conselice è oggi luogo di uno dei principi primi della libertà della persona, ovvero la Libertà di stampa; e che su questa libertà si qualifica per attività e lotta civile nel mondo.
Rispondiamo pertanto offesi e indignati alle frasi ingiuriose scritte nottetempo che non rappresentano alcun conselicese, anzi danneggiano la grande storia di donne e uomini della quale il Paese può ben vantarsi.

Esprimiamo solidarietà antifascista

Per l’ANPI provinciale Ravenna
Ivano Artioli
presidente

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.