Rosa Bella Ciao – un fiore per la memoria

La Rosa Bella Ciao
Clicca sull’immagine per accedere al pdf

 

Per tutti coloro che fossero interessati ad acquistare la Rosa Bella Ciao si prega di rivolgersi alla sezione Anpi di Ravenna

scrivendo a: posta@anpiravenna.it

 

In occasione del 65° anniversario della cattura dei fratelli Cervi25 novembre 2008 -, grazie all’appassionato lavoro di un partigiano, Giulio Pantoli, e alla ferma volontà dell’Anpi e del Comune di Ravenna, i Cervi e la loro famiglia sono stati ricordati con la piantumazione al Museo dei Campi Rossi di una Rosa in ricordo dei valori della Resistenza e, sopratutto, delle donne della famiglia Cervi che, come tante altre mogli, madri, sorelle negli anni della lotta di Liberazione hanno accolto, sfamato, protetto giovanissimi soldati allo sbando, partigiani, hanno lottato in prima linea uscendo alla ribalta della vita politica e sociale.

Giulio Pantoli è un sorridente signore di 86 anni che, da sempre, ha la passione per le rose e per l’ibridazione. E’ nata infatti da suoi esperimenti questa rosa di un rosso sanguigno, profumatissima che, insieme ai suoi compagni della 28° Brigata Garibaldi – attiva nel ravennate sotto il comando del Comandante Bulow Arrigo Boldrini -, ha deciso di chiamare Rosa Bella Ciao, come la canzone simbolo della Resistenza, e di donarla al Museo Cervi affinchè un semplice, ma elegante fiore, onorasse il ricordo della resistenza ‘taciuta’, quella delle donne non combattenti.

Foto Gallery

Prenotatela fin da ora

Roberta Pasi – San Bartolo-RAVENNA: tel:0544  497115; cellulare: 3337131826

oppure

Vivaverde – IMOLA  www.vivaverde.it (Monica Cavina: tel 0542-609543, cellulare: 3492382834)

La Campanella – PADOVA  www.lacampanella.com (Anna Maria Sgarabottola: tel.049-9910905; cellulare: 3292027143)

Share

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.