Viaggio della memoria

Date le richieste pervenute all’Istituto Storico della Resistenza e dell’età contemporanea di Ravenna di organizzare un Viaggio della Memoria a Cracovia, Auschwitz-Birkeanu per adulti/insegnanti, accompagnati da Giuseppe Masetti direttore di questo Istituto,  sono state individuate le possibili date:

partenza: 29 agosto 2019 Bologna h. 14.45 – Cracovia h. 16.30

rientro: 01 settembre 2019 Cracovia h. 14.25 – Bologna h. 16.10

Per i docenti c’è la possibilità di utilizzare la carta docenti per usufruire del bonus (coprendo così una parte della spesa) e di accreditarsi sulla piattaforma Sofia vedendosi riconosciuto il viaggio (con un incontro preparatorio e uno di restituzione) come momento formativo.

Numero minimo partecipanti 25

Numero massimo partecipanti 30

Seguiranno ulteriori dettagli

Segreteria

Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea in Ravenna e Provincia

Piazza della Resistenza, 6

48011 Alfonsine (RA)

Tel. +fax 0544 84302

http://istoricora.it/

istorico@racine.ra.it

istorico@pec.it

Share

Ènzul e parpài: angeli e farfalle nella Giornata della memoria.

Domenica 27 gennaio, alle ore 16 in Sala Martini negli spazi del Mar / Museo d’Arte della citta’ di Ravenna in via di Roma, 13 a Ravenna, si terrà l’ appuntamento “Ènzul e parpài: angeli e farfalle nella Giornata della memoria. Arte, poesia, mosaico e dialetto romagnolo contro i muri della guerra”.

In programma e in anteprima assoluta, la presentazione del cortometraggio “Ènzul e parpài”, realizzato da Claudio Tedaldi e da un gruppo di giovanissimi ragazzi e ragazze del progetto “Lavori in Comune” (“SPiV toons”).

Attraverso un’ originale e accurata tecnica con le tessere del mosaico ravennate, vengono rappresentate due toccanti poesie in dialetto romagnolo: “I mur dla gvëra” di Nevio Spadoni, tratto dalla raccolta “Poesie (1985-2017)” edita da “Il Ponte Vecchio” e “La farfala” di Tonino Guerra da “I bu. Poesie romagnole”, edito da Rizzoli.

In pochi minuti di animazione filmata si affrontano in modo emozionante “i muri”, gli orrori e la brutalità insensata della guerra, la prigionia ne la fame, ma anche la liberazione e la felicità di riscoprire anche in sé stessi un’umanità che sembrava svanita. Il filmato prende vita dai temi introdotti da Nevio Spadoni e dalle origini della celebre poesia di Tonino Guerra, prigioniero nel campo di Troisdorf, in Germania, insieme a “e’ dutòr” di S. Pietro in Vincoli Gioacchino Strocchi, altro faro della poesia romagnola di cui Guerra fu amico ed estimatore.

“Ènzul e parpài: angeli e farfalle” ha ricevuto il patrocinio dell’Associazione Tonino Guerra e fa parte del progetto “Creatività accessibile”, patrocinato dai Comuni di Ravenna, Forlì, Forlimpopoli e Meldola.

A questo pomeriggio dedicato all’incontro ed al ricordo  intervengono : Gian Andrea Baroncini, Assessore al Decentramento del Comune di Ravenna e responsabile del progetto “Lavori in Comune”; Claudio Tedaldi e il gruppo dei giovani autori ed autrici del filmato, che racconteranno i motivi delle loro scelte artistiche e culturali; Nevio Spadoni, poeta e drammaturgo, recente vincitore del prestigioso Premio speciale della giuria “Salva la tua lingua locale”, a Roma in Campidoglio, per “Poesie (1985 -2017)”, Cesena Il Ponte Vecchio, 2017; Bruna  Tabarri della direzione ANPI Ravenna, a sottolineare l’importanza di coinvolgere i giovani attraverso l’arte per riflettere sulla memoria delle tragedie vissute; Carla Fabbri, Presidente dell’ Istituto “Friedrich Schürr” per la tutela del dialetto romagnolo, che da anni collabora e supervisiona il lavoro linguistico dei giovani artisti; Maurizio Tarantino, Direttore del MAR, che ospita l’evento e che, poche settimane fa, ha consegnato agli stessi autori il 2° premio del #myRavenna video Contest per il corto “La farfalla”.

L’iniziativa, promossa dal Comune di Ravenna, è inserita nel programma di iniziative ”27 Gennaio Giornata della Memoria” creato per onorare e ricordare le vittime dell’olocausto.

L’appuntamento è ad ingresso libero ed aperto a tutta la cittadinanza.

Share