Appello: È allarme democratico, solidarietà al Presidente Mattarella

La Costituzione è la carta fondamentale del nostro Paese.

Ha in sé il concetto di Repubblica, di democrazia, di piena sovranità popolare e il presidente Mattarella la sta interpretando nel pieno della sua legittimità e dei suoi doveri.

Ritenere, come fanno alcune forze politiche, che ciò non sia vero e che sia arrivato il momento di mettere Mattarella in stato di accusa davanti al Popolo Italiano, trova l’antifascismo di Ravenna decisamente contrario: sarebbe questo un atto eversivo, in un momento politico incerto e confuso.

L’ANPI di Ravenna, in accordo con l’ANPI nazionale, esprime piena solidarietà al Presidente Mattarella. Lo invita a continuare il suo lavoro. Fa appello a tutte le forze politiche, sindacali, culturali, alle associazioni combattentistiche e d’arma affinché vigilino contro gli attacchi alla tenuta civile dell’Italia, alle istituzioni, al tessuto democratico.

ANPI Ravenna
Ivano Artioli
Presidente

Share

Ciao Pippo!

L’ANPI di Ravenna annuncia la morte di Pippo Gordini, antifascista attivo nella Resistenza.

Eral’ultimo fratello vivente di Mario Gordini, Medaglia d’Argento al Valor Militare, che ha dato il nome alla 28ª brigata Garibaldi.

I funerali ci saranno lunedì 28 maggio, alle ore 14, a partire dalla camera mortuaria di Ravenna.

Share

“Percorsi della memoria 1940/1945”: i luoghi dimenticati della Resistenza ravennate

da RavennaToday del 17 maggio 2018

Venerdì 18 maggio 2018 alle 9.45, nella sede della Scuola secondaria Guido Novello, in piazza Caduti per la Libertà 15, le ragazze e i ragazzi delle scuole secondarie San Pier Damiano, Don Minzoni, Mario Montanari e Guido Novello presenteranno una guida dei luoghi salienti della Resistenza ravennate, alcuni più noti, come l’Isola degli Spinaroni e Madonna dell’Albero, altri meno noti o persino dimenticati, come la Lapide di via Belvedere e il Cippo di Vicolo dei Francesi.

La guida è l’elaborato finale di un lavoro delle scuole Secondarie di primo grado di Ravenna, promosso dalla Sezione Luigi Fuschini Anpi di Ravenna, in collaborazione con l’assessorato al Decentramento del Comune di Ravenna e il Consiglio territoriale Ravenna centro, che ha lo scopo di rinforzare la conoscenza dei fatti e dei valori alla base della nostra Repubblica. Il progetto è alla quarta edizione e si inquadra all’interno del progetto conCittadini dell’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna. Ad ascoltare le ragazze e i ragazzi ci saranno l’assessore al Decentramento, Gianandrea Baroncini, e Danilo Varetto, membro dell’ufficio di Presidenza dell’Anpi provinciale in rappresentanza del presidente Ivano Artioli. Porterà un saluto la vicepreside della Scuola Novello. L’evento sarà accompagnato da musiche e letture di poesie, a cura degli studenti della Scuola Novello.

A differenza delle edizioni precedenti, nelle quali il progetto aveva la natura di un concorso con una scuola vincitrice, quest’anno le quattro scuole hanno lavorato insieme, avviando un percorso di collaborazione che ha dato ottimi risultati e che verrà perseguito anche nel futuro; è stato un grande impegno per gli insegnanti Rossana Ballestrazzi della Novello, Annalisa Ercolani della Montanari, Alessandro Fiume della Damiano e Federica Sarasini della Don Minzoni.

Share

Ciao Giulio!

Carissime/i,

é con vivo dolore che devo annunciare la morte di un partigiano combattente contro il nazifascismo e grande divulgatore del valore della lotta partigiana, Giulio Pantoli. Se ne è andato all’età di 95 anni per le conseguenze di una caduta.

Giulio ha “inventato” la rosa Bella Ciao: quella che sta in tanti giardini e orna molte lapidi e monumenti dei martiri della Libertà e della Resistenza. Quella rosa che la stessa che Carla Nespolo ha voluto, grazie ad una scuola orafa di Alessandria, permetterci di averla sempre con noi perché oggi è diventata anche una bellissima spilla partigiana.

I funerali si svolgeranno lunedì 14 maggio alle ore 16,00 con partenza dalla camera mortuaria di Cervia, verso il cimitero di Castiglione di Cervia, con una cerimonia di saluto.

Ravenna 12 maggio 2018

Il presidente ANPI Ravenna

Ivano Artioli

Share

ANPI Fusignano – Aprile, mese delle Celebrazioni e del Ricordo Vivo

Clicca sulla foto per vedere la Fotogallery

Il mese di aprile per ANPI rappresenta il ricordo vivo ed appassionato che  purtroppo la seconda guerra mondiale ha portato, dove molte vite  vennero strappate.

Episodi, come l’eccidio di via Placci, che cambiarono per sempre e profondamente la vita degli individui, direttamente coinvolti in queste tragedie, e di tutta la cittadinanza fusignanese, determinando lo sviluppo di un sincero rispetto per coloro affrontarono e superarono tante avversità, sia in tempo di guerra che di pace.

Ci è più facile comprendere il  generoso sacrificio di Francesco Tarroni, indecorato martire dell’epoca moderna, il quale vide in poche ore sfumare tutti i suoi sogni ed offrì la sua vita piuttosto che esporre al pericolo la famiglia, gli amici, i vicini.

Al Palazzone, piccola azienda contadina, luogo simbolo della nostra resistenza partigiana contro il nazi-fascismo, trovano la morte il suo conduttore, Ettore Zalambani e molti nostri valorosi partigiani, tra cui Martelli Francesco, Fiorentini Bruno, Ferri Giovanni, Faccani Giovanni , Faccani Severino, Ballardini Giuseppe, Argelli Giulio; mentre la piccola Cleme rimane sola senza nemmeno più una casa.

Da quel momento il 15 aprile ed il 23 aprile sono diventati, per la popolazione fusignanese ed in particolar modo per tutti i nostri studenti, un appuntamento importante e vivo, da condividere anche coi rifugiati politici, quivi approdati e non, che scappano dalle povertà e da regimi di oppressione.

Insieme, quindi, è diventato l’imperativo di ANPI per comprendere meglio non solo i fatti, le situazioni, le persone, ma anche la profondità delle emozioni, sorprendentemente più vive che mai dopo mezzo secolo.

Grazie Fusignano!!!

LA PRESIDENTE

Anna Ghetti

Share