Pace in medio oriente

La situazione in Medio Oriente, a seguito dell’uccisione del generale iraniano Soleimani, precipita sempre più ed è urgente fare ogni sforzo per evitare una guerra che coinvolgerebbe anche il nostro Paese nel Mediterraneo.

E bene ha fatto il Presidente del Consiglio a smentire pubblicamente e subito il coinvolgimento della base di Sigonella alle azioni militari nell’uccisione di Soleimani.

L’Anpi di Ravenna, di concerto con l’Anpi nazionale, auspica che finalmente l’Unione Europea, già troppe volte reticente, assuma una posizione chiara e forte che metta al primo punto la pace nel Medio Oriente.

I partigiani, i patrioti, gli antifascisti tutti invitano ad una militanza attiva affinché la pace nel mondo sia mantenuta nel rispetto del diritto internazionale e delle norme più elementari della convivenza civile. Norme per le quali la Resistenza s’impegnò e volle scrivere nei Principi Fondamentali della Costituzione.

 

Professor Ivano Artioli

Presidente ANPI Ravenna

Share

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.