NO alla strategia della tensione

Ancora una volta l’estrema destra approfitta del disagio sociale. Prima con pubbliche e roboanti accuse di montare le notizie sul coronavirus per tenere gli italiani in uno stato di paura. Poi infilandosi nei cortei, dove si manifesta il disagio economico e culturale, con il chiaro intento di creare una nuova strategia della tensione, aizzando all’odio e alla violenza. Lo scopo è quello di convincere che democrazia e governo siano all’origine di ogni male. E per questo andrebbero cambiati uomini e Forma Stato in un’altra modalità: autoritaria e sovranista.

Di ciò si è già detto e tentato in altri periodi della nostra recente storia. Noi invitiamo i nostri cittadini, le istituzioni nazionali e locali, ad essere attenti, pronti agli interventi utili e con una responsabile visione del Paese. Diciamo che è il momento di stare insieme e di ascoltare la cultura scientifica. Seguirne le informazioni. Rispettare le regole dettate dalla volontà di limitare i danni di una pandemia che potrebbe avere esiti catastrofici.

L’antifascismo invita ad osservare e a seguire la Costituzione, che ha saputo portarci in altri momenti fuori da difficoltà politiche, civili, sociali e sempre nel rispetto dello Stato di Diritto.

Ivano Artioli
Presidente ANPI Ravenna

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.