Carla

di Paolo Berizzi, repubblica.it

Mai più fascismi.

Se è vero, e lo è, che per raccontare la traccia e l’eredità che lasciamo in terra prima di andarcene bastano poche parole, il senso ed il capolavoro di Carla Nespolo e del suo antifascismo viscerale stanno in queste tre parole.

La presidente dell’ANPI coniò lo slogan due anni fa, nell’appartamentino di periferia di Alessandria (dove si è svolto ieri il funerale, laico e commovente), circondata dai suoi libri, dai suoi gatti, e si attaccò al telefono per comunicarlo a Roma.  

«È lui». «Mai più fascismi», grazie alla tenacia della Nespolo, diventò un appello, una campagna, firme consegnate a Mattarella. La divisione tra il Bene ed il Male.

L’insegnamento di Carla

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.