Assemblea del Centro Residenziale Cà Malanca

Ca_di_MalancaAgli organi di informazione

COMUNICATO STAMPA

INSEDIAMENTO DELLA NUOVA ASSEMBLEA DEL “CENTRO RESIDENZIALE CA’ MALANCA”

Franco Conti: “Lavoreremo per tenere viva la memoria e ci candidiamo a coordinare tutte le manifestazioni sul territorio della 36° Brigata Garibaldi”

Nella sede dell’Anpi di Faenza  in data 11 gennaio 2016 si è insediata la rinnovata Assemblea del Centro Residenziale Cà Malanca, che risulta così composta: Federica Degli Esposti e Franco Conti in rappresentanza della Provincia di Ravenna, Romano Bacchilega in rappresentanza del Comune di Imola, Alex Mirandola in rappresentanza del Comune di Faenza, Guido Mondini  in rappresentanza del Comune di Brisighella, Bruno Solaroli e Lucio Visani  in rappresentanza di Anpi-Fiap-Fivl,  provincia di Bologna , Sauro Bacchi in rappresentanza di Anpi, provincia di Ravenna.

Non hanno proceduto alle rispettive nomine la Regione Emilia-Romagna e l’Istituto Parri, mentre è stato preso atto che la Provincia di Bologna, in conseguenza della costituzione dell’Area Metropolitana bolognese, non fa più parte del “Centro Residenziale Cà Malanca”.

Durante la seduta dell’Assemblea  si è proceduto al rinnovo delle cariche  previste dallo Statuto del “Centro Residenziale Cà Malanca”, con la nomina del Presidente e del vice-Presidente rispettivamente nelle persone del Sig. Franco Conti di Faenza e del Sig. Romano Bacchilega di Imola.

“Riteniamo che il compito principale del Centro Residenziale Cà Malancaafferma Franco Conti, neo Presidente – sia quello di mantenere viva la memoria dei partigiani che hanno combattuto per la libertà e la democrazia, nonché dei luoghi ad essi legati, rinnovandone continuamente il ricordo e incentivando la partecipazione dei cittadini con particolare attenzione alle giovani generazioni.”

“Inoltre – continua Conti – ci candidiamo a svolgere un ruolo di coordinamento delle iniziative e delle manifestazioni che hanno luogo su tutto il territorio in cui ha operato la 36° Brigata Garibaldi “A. Bianconcini”, così come auspicato dalle ANPI e da molte Amministrazioni comunali.” 

“Ringraziamo di cuore i componenti uscenti dell’Assemblea – conclude Conti – ed in particolare il Presidente uscente, Giordano Sangiorgi, per il prezioso lavoro svolto in favore della valorizzazione di Cà Malanca.”

In conclusione, l’Assemblea è stata informata che la Giunta Regionale dell’Emilia-Romagna ha approvato un  progetto di legge denominato Memoria del Novecento, promozione e sostegno alle attività di valorizzazione della storia del Novecento in Emilia-Romagna”,  che sarà discusso prossimamente dall’Assemblea Legislativa Regionale. Pertanto, è stato deciso di avviare un percorso di incontri con la Regione e con le Amministrazioni comunali dei territori faentino e imolese, allo scopo di esaminare i contenuti di questo progetto di legge e di definire il ruolo futuro del “Centro residenziale Cà Malanca”.

CENTRO RESIDENZIALE “CÀ MALANCA”
di studi ed iniziative sulla Lotta di Liberazione in Emilia-Romagna
Cà Malanca – via Rio Corneto, Brisighella – telefono 0546 – 85435
c/o ANPI  corso Garibaldi, 2 Faenza- telefono 0546-28561

Share

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.