Viaggio in occasione dell’80° anniversario della “despedida” – Barcellona

Scarica il pdf – Clicca sul logo AICVAS

Viaggio in occasione dell’80° anniversario della “despedida” , il commiato alle Brigate internazionali (Barcellona ottobre 1938 – ottobre 2018)

programma provvisorio

Giovedì 25 ottobre 2018 – Espluga de Francolì (Tarragona)

All’Espluga / Les Masies si terrà una manifestazione in ricordo del trasferimento delle bandiere e delle armi delle Brigate Internazionali all’esercito repubblicano spagnolo. La località verrà raggiunta da Barcellona con pullman prenotati per l’occasione. Con gli stessi avverrà il rientro a Barcellona nel pomeriggio

Organizzano Associazione Amici delle Brigate Internazionali di Madrid, Amici delle Brigate Internazionali di Catalogna, Associazione Catalana ex prigionieri politici del franchismo

Venerdì 26 ottobre 2018 – Università di Barcellona

Convegno storico sulla memoria delle Brigate Internazionali in Europa. Il programma del convegno, che vede coinvolti studiosi di tutti i paesi europei, Italia compresa, verrà fornito successivamente

Per chi non fosse interessato a seguire il convegno, la giornata è libera per visitare Barcellona. Sarà possibile visitare in città le mostre fotografiche sul medico canadese Norman Bethune, che ebbe un ruolo fondamentale nell’organizzazione dei servizi sanitari militari della Repubblica durante la guerra, ed una mostra sulle Brigate Internazionali organizzata delle Comisiones Obreras e dall’Union General de Trabajadores

Organizza Eurom (European Observatory on Memories), Crai e Università di Barcellona, con la collaborazione della Associazione Amici delle Brigate Internazionali di Madrid, Amici delle Brigate Internazionali di Catalogna, Associazione Catalana ex prigionieri politici del franchismo

Sabato 27 ottobre 2018 – Barcellona e dintorni

Le varie località verranno raggiunte in pullman, con partenza dall’hotel

Visita al Monumento alle Brigate Internazionali (in realtà alla Brigata Lincoln) alla Rambla del Carmel

Incontro presso la Biblioteca del Padiglione della Repubblica, con presentazione del SIDBRINT

Passaggio per l’incrocio tra la Avinguda (Viale) Diagonal ed il Paseo de Gracia, dove si svolse la grande sfilata di commiato delle Brigate Internazionali ormai smobilitate alla presenza di centinaia di migliaia di persone

Visita al Fossar de la Pedrera, cimitero monumentale di Barcellona

Dopo la visita, spostamento in pullman a Casteldefells, dove si terrà il pranzo

Pomeriggio: visita guidata al castello di Casteldefells, che durante l’ultimo periodo della guerra di Spagna funzionò come carcere per i brigatisti accusati di qualche reato. Di recente sono sati rinvenuti graffiti e disegni di questi brigatisti sulle pareti, fortunosamente conservati

Sera: rientro a Barcellona in pullman

Domenica 28 ottobre 2018 – Barcellona

Mattina: Incontro davanti al Monumento alle Brigate Internazionali (in realtà alla Brigata Lincoln) alla Rambla del Carmel, che verrà raggiunto in pullman con partenza dall’hotel

Manifestazione principale organizzata dalla Generalitat di Catalogna e dal Comune di Barcellona, come omaggio della città e del popolo catalano ai valori di solidarietà che le Brigate Internazionali rappresentarono. Le Brigate sfilarono qui ottant’anni fa, il 28 ottobre 1938, accompagnate da migliaia di cittadine e cittadini. Vi sarà un offerta floreale da parte di istituzioni e associazioni, il ricordo delle parole della Pasionaria, discorsi dei rappresentanti della società civile e delle istituzioni, un concerto musicale

Organizza Generalitat di Catalogna e Comune di Barcellona, con la collaborazione di Associazione Amici delle Brigate Internazionali di Madrid, Amici delle Brigate Internazionali di Catalogna, Associazione Catalana ex prigionieri politici del franchismo

Pomeriggio: rientro in Italia. L’aeroporto sarà raggiunto con pullman in partenza dall’hotel

Gli importi del viaggio verranno determinati in seguito, anche in relazione al numero degli iscritti. Per i soci Aicvas ci sarà un intervento dell’Aicvas volto a ridurre i costi.

Share

Il partigiano Bolognesi Umberto

Apprendiamo con dispiacere e viva commozione che il partigiano Bolognesi Umberto è deceduto. Aveva la sua età: era del 1922. Lo ricordiamo forte, presente alle celebrazioni, spesso alfiere con la bandiera dell’ANPI. Era di carattere garbato e di convinzioni fermissime.

Fu partigiano sin dall’8 settembre del ’43. Aderì prima all’8ª brigata Garibaldi e combatté in montagna. Dopo l’attacco di aprile e la subita sconfitta non rinunciò alla lotta e passò alla 36ª. Infine raggiunta la pianura fu inquadrato nella “28ª brigata Garibaldi Mario Gordini” e vi restò fino alla smobilitazione del ’45.

Partigiano audace e capace di azioni temerarie mantenne un rapporto con la Resistenza che fu di progetto sociale.

Significativo fu il suo impegno all’educazione delle giovani generazioni affinché la Lotta di Liberazione venisse conosciuta; e i principi che la sostennero fossero condivisi perché giusti e universali.

Aderì al recupero dell’Isola degli Spinaroni e s’ impegnò di persona anche con un generoso sostegno economico nonostante uomo di mezzi modesti.
Sentiremo tutti la sua mancanza.

Ravenna oggi è sicuramente più povera.

La salma sarà esposta dalla mattina del 14 giugno alla camera mortuaria di Fusignano, da dove partirà nel pomeriggio per Ravenna e la cremazione.

 

Comandante Dover Roma
Presidente Associazione Spinaroni

Professor Ivano Artioli
Presidente provinciale ANPI Ravenna

Share

ANPI Forlì / Cesena – Inaugurazione del sentiero della memoria a Pieve di Rivoschio e altri appuntamenti

Istituto storico della Resistenza e dell’Età contemporanea
di Forlì-Cesena – www.istorecofc.it

Newsletter n. 7/2018 

 
ISREC_FC_25_04_2015

SOMMARIO:

Terra e memoria: inaugurazione del “Sentiero della memoria” a Pieve di Rivoschio
Per un’etica del turismo a partire dai luoghi storici
Il cinema nel fascismo. Questioni di didattica della storia
Orario estivo dell’Istituto storico

Terra e memoria. Una giornata sui luoghi dove è nata la Costituzione
Domenica 17 giugno, Pieve di Rivoschio

Domenica 17 giugno sarà inaugurato il sentiero della memoria di Pieve di Rivoschio, un percorso sui luoghi della memoria che da Ranchio porta a Pieve di Rivoschio.

Programma:
– La giornata inizia a Ranchio, alle ore 9.00, con lo scoprimento della targa commemorativa “Ranchio rastrellamento del luglio 1944”.
– Segue alle ore 10.30 a Pieve di Rivoschio la visita guidata ai luoghi della memoria di Pieve di Rivoschio.
– Alle ore 11.45, presso il Parco della Resistenza e della Pace, sarà inaugurato il sentiero della memoria di Pieve di Rivoschio.
– Alle 12.30 pranzo offerto dalla Pro Loco di Pieve di Rivoschio.
– Alle 13.45 si svolgerà la visita alle mostre “La Linea Gotica“, “I luoghi della memoria“, “Tavolicci una storia terribile“.
– Alle ore 15.00 musiche della Resistenza eseguite da Bella Ciao Trio.
– Alle ore 15.45 presso l’Arena del Parco della Resistenza e della Pace ci sarà lo spettacolo “l’Elide ribelle“.

Per maggiori informazioni consultare il volantino con il programma completo (pdf) Continue reading ANPI Forlì / Cesena – Inaugurazione del sentiero della memoria a Pieve di Rivoschio e altri appuntamenti

Share

Festa della Repubblica e 70° anniversario della costituzione a Cà di Malanca

2 giugno 2018 a Cà di malnca

 

Programma della Manifestazione

 

Ore 12.30 – Pranzo del partigiano

Ore 14.00 – concerto del Gruppo musicale FIGLI DELL’OBLIO Nomadi Tribute Band (prima parte)

Ore 15.00 – intervento di ALBERTO BALDAZZI, Sindaco di Castel del Rio,“Attualità della Costituzione italiana” – Presentazione del libro “LA LINEA GOTICA”, i luoghi dell’ultimo fronte di guerra in Italia” di Gabriele Ronchetti. Dialogo tra l’autore , Gualtiero Malpezzi e Alberto Baldazzi.

Ore 16.00 – concerto del Gruppo musicale FIGLI DELL’OBLIO Nomadi Tribute Band (seconda parte)

Nel corso della giornata è aperto IL CENTRO DOCUMENTAZIONE DELLA RESISTENZA – CA’ DI MALANCA

Ingresso Offerta Libera

 

In auto si arriva a Cà di Malanca dalla provinciale Brisighellese, deviando per San Martino in Gattara – Monte Romano – Croce Daniele. Si prosegue con cautela fino a Cà di Malanca e parcheggiando le auto lungo la strada senza ostruire il passaggio.
A piedi si raggiunge Cà di Malanca seguendo i seguenti sentieri: n. 505 CAI da Croce Daniele; n. 579 CAI da Purocielo; n. 2 UOEI da San Cassiano

Share

Appello: È allarme democratico, solidarietà al Presidente Mattarella

La Costituzione è la carta fondamentale del nostro Paese.

Ha in sé il concetto di Repubblica, di democrazia, di piena sovranità popolare e il presidente Mattarella la sta interpretando nel pieno della sua legittimità e dei suoi doveri.

Ritenere, come fanno alcune forze politiche, che ciò non sia vero e che sia arrivato il momento di mettere Mattarella in stato di accusa davanti al Popolo Italiano, trova l’antifascismo di Ravenna decisamente contrario: sarebbe questo un atto eversivo, in un momento politico incerto e confuso.

L’ANPI di Ravenna, in accordo con l’ANPI nazionale, esprime piena solidarietà al Presidente Mattarella. Lo invita a continuare il suo lavoro. Fa appello a tutte le forze politiche, sindacali, culturali, alle associazioni combattentistiche e d’arma affinché vigilino contro gli attacchi alla tenuta civile dell’Italia, alle istituzioni, al tessuto democratico.

ANPI Ravenna
Ivano Artioli
Presidente

Share